Cerca nel sito

Login

Register

images/home/Consecon_slideshow.jpg

Testimonianze

“Ho iniziato a programmare le attività legate all’educazione economica progettandole sui tre anni… così gli interventi degli esperti non saranno spot ma avranno un senso maggiore nella programmazione didattica della classe…”

Insegnante scuola secondaria di primo grado

“Quando abbiamo fatto il gioco del mercato con i bambini della prima, ho pagato con un biglietto e ho chiesto loro il resto in moneta. Il loro commento è stato: ‘Ma se tu ci dai una cosa perché noi te ne dobbiamo dare di più?’. Abbiamo così introdotto il concetto di resto e il valore di monete e banconote!”

Maestra scuola primaria

“Abbiamo incrociato le attività di più moduli: prima abbiamo prodotto la spremuta d’arancia calcolando quante arance servivano, il costo, il tempo dedicato alla produzione, …; poi siamo passati alla vendita, organizzandola un pomeriggio in cui abbiamo chiesto ai genitori di partecipare; infine, abbiamo raccolto i soldi e calcolato se erano sufficienti per andare tutti insieme al Museo del Risparmio. Per i bambini è stata un’esperienza molto bella!”

Tirocinante scuola primaria

“I ragazzi delle superiori, del Liceo economico-sociale, sono venuti a parlare ai nostri studenti della moneta e degli strumenti di pagamento. Per i ragazzi è stato molto interessante, è piaciuto soprattutto il fatto di poter seguire una lezione tenuta da studenti poco più grandi di loro.”

Insegnante scuola secondaria di primo grado

“Nisl incididunt. Nulla sapien deserunt volutpat dolore mus metus ut per expedita vulputate numquam dolorem culpa arcu fames aenean quam minus itaque vehicula suscipit. Sociis porttitor cupidatat, lobortis harum. Excepturi dictumst primis, sollicitudin occaecati omnis dignissim.”

Insegnante scuola secondaria di primo grado

 

 

 

Il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, fondato nel 1878, dopo la morte del re Vittorio Emanuele II e destinato alla Mole antonelliana, dal 1938 ha sede a Palazzo Carignano, sito nazionale riconosciuto dall’Unesco.

Profondamente rinnovato nel 2011, si presenta oggi ai visitatori con allestimenti eservizi all’avanguardia. Il Museo illustra l’unificazione italiana contestualizzata con i coevi processi di nazionalità in Europa, in trenta sale, dalle grandi rivoluzioni del Settecento alle soglie della Prima guerra mondiale.

Al centro del percorso museale è possibile vedere la Camera subalpina, l’unico parlamento del 1848 conservato integro in Europa e al termine la maestosa aula destinata alla Camera del parlamento del Regno d’Italia.

Consulta online l’offerta completa delle nostre proposte didattiche

www.museorisorgimentotorino.it(link)

http://www.museorisorgimentotorino.it/didattica.php (link)

facebook.com/MuseoRisorgimentoTorino (link)

Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino

Palazzo Carignano

Ingresso: piazza Carlo Alberto 8

Tel. 011.5621147

Fax 011.562 4695

www.museorisorgimentotorino.it

Aperto martedì-domenica

Ore: 10.00-18.00 (ultimo ingresso h. 17.00)

Ufficio Servizi Educativi

didattica@museorisorgimentotorino.it

tel. 011.5623719

lunedì-venerdì h. 10.00-13.00

“Chiuso il circolo delle idee, resta chiuso il circolo delle ricchezze” ,

Carlo Cattaneo

Nell’ importante compito di svolgere una funzione di educazione civile rivolta a tutti, con particolare attenzione alle nuove generazioni, il Museo Nazionale del Risorgimento da anni è impegnato nello stimolare, attraverso lo studio della storia, la cultura della cittadinanza attiva, alla partecipazione e condivisione dei valori collettivi, al confronto, alla non discriminazione.

Consapevoli del fatto che nessuna conoscenza è soltanto una tecnica da apprendere o un cumulo di nozioni, proponiamo una serie di visite tematiche che favoriscano, attraverso la connessione di ambiti, fatti e interpretazioni, la comprensione del passato e la consapevolezza del presente.

Visite tematiche

All’interno dell’esposizione museale nel suo insieme, vengono proposti percorsi tematici che si soffermano e approfondiscono alcuni temi specifici della narrazione risorgimentale; essi sono articolati e modulati diversamente a seconda dell’ordine e grado delle scuole e delle relative conoscenze storiche da parte dei ragazzi.

-Economia, lavoro, tecnologia: dalla manifattura all’industria

La rivoluzione industriale inglese tra la seconda metà del Settecento e gli anni Trenta dell’Ottocento rappresentò il passaggio da una economia agricolo-artigianale a una economia industriale fondata sulla fabbrica. La visita illustrerà la svolta epocale che nel corso dell’Ottocento coinvolse, in tempi e modi differenti, i diversi paesi europei e l’Italia fino alle soglie della Grande guerra.

-Le Costituzioni

Viene proposto l’approfondimento di un percorso ideale e un confronto tra i codici napoleonici, quelli carlo-albertini, del Regno d’Italia, lo statuto albertino del 1848, la costituzione della Repubblica romana del 1849, fino alla costituzione della Repubblica italiana del 1947. Per chi lo desidera, a fine visita, sarà possibile assistere nella sala cinema del Museo alla proiezione del filmato “Voci e volti del Parlamento Subalpino” (durata circa 30’).

-L’Europa delle nazioni

Il Risorgimento italiano si snodò all’interno di più ampi processi di nazionalità a livello europeo. La visita, con l’ausilio anche della visione di filmati tematici, ripercorre la nascita delle nazioni dalle grandi rivoluzioni del Settecento alle lotte per l’autodeterminazione e l’indipendenza, dai mutamenti che segnarono il passaggio dall’età delle nazioni alle società di massa del Novecento, fino alle soglie della prima guerra mondiale.

-Dall’Epoca dei Lumi alla Belle époque: il Risorgimento della Scienza

La visita prevede il racconto della nascita e dello sviluppo del pensiero scientifico dalla fine del ‘700 al passaggio tra ‘800 e ‘900, illustrato attraverso la descrizione di oggetti e documenti e la presentazione dei protagonisti dell’epoca, che operarono per l’elaborazione, la ricerca e la divulgazione della scienza.

-Vita quotidiana, costume e società

La visita si sofferma sui principali mutamenti all’interno della società, che accompagnarono il risorgimento italiano e iprocessi di nazionalità europei. Verranno illustrate le trasformazioni della cultura, dei comportamenti, dell’opinione pubblica, degli stili di vita, della mentalità e della vita quotidiana: dalla crisi delle società di Ancien Regime allo scoppio della rivoluzione francese con la diffusione di una nuova mobilità sociale; dal dominio francese, col tentativo napoleonico di creare un nuovo modello di stato centralizzato, all’aprirsi dell’età della Restaurazione; dalla concessione dello Statuto fino alla costituzione dello stato nazionale e al primo cinquantennio di vita unitaria.

Blog

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy

I accept cookies from this site.